+39-0732-627167info@mbefabriano.it

Nebulizzatori

Home / Nebulizzatori
Affrontare il caldo estivo è una grande sfida per il pollame. Sottoposto ad un severo stress da calore, il pollame presenta un tasso di crescita ridotto, minor quantità di cibo ingerito, debole conversione alimentare, diminuzione della produzione di uova, ridotto livello masticatorio, bassa qualità delle uova (guscio, dimensione, contenuto).Oltretutto il calore è causa dell’incremento di mortalità.

Avere a che fare con il caldo dei giorni estivi è una grande sfida per tutti i tipi di pollame. Il pollame di ogni genere ed età è suscettibile di stress da calore, ma il pollame in età avanzata affronta il rischio maggiore. Con l’invecchiamento del pollame si verifica un aumento di dimensioni e del grado di isolamento termico (piumaggio). Ciò rende loro difficile dissipare il calore.
L’indicatore più evidente dello stress da calore nel pollame è il respiro ansimante. Il pollame non possiede ghiandole sudorifere in grado di raffreddare la loro pelle e per raffreddarsi sfruttano l’evaporazione prodotta nella zona gola-faringi dal loro sistema respiratorio.
Questo processo impiega molta energia che di riflesso genera un consistente aumento di temperatura corporea.
In definitiva, se non si elimina lo stress da calore, la temperatura corporea continua ad aumentare aumentando il rischio di mortalità. Fortunatamente si può intervenire per ridurre lo stress da calore nel vostro allevamento.
Effetti dello stress da calore sugli uccelli
Gli uccelli sono in grado di regolare la loro temperatura corporea mediante dispersione di calore attraverso:
– la loro pelle e piumaggio
– evaporazione per respirazione
Questa capacità di termoregolazione viene compromessa se i volatili sono allevati in stretta prossimità tra di loro. Questo riduce la loro capacità di cedere calore per radiazione, convezione e conduzione. Oltretutto, la loro capacità di cedere calore per evaporazione si riduce in caso alto tasso di umidità. Quando la capacità di dispersione del calore corporeo si riduce, la temperatura corporea degli uccelli aumenta e iniziano a soffrire di stress da calore, disidratazione ed affaticamento.
Il tutto compromette il loro benessere e può tradursi un una cattiva qualità delle carni a causa di:
– alterazione dell’equilibrio degli acidi di base
– alterazione dello stato di idratazione
– affaticamento ed esaurimento delle riserve di energia,
inclusi la perdita di glicogeni nel fegato e nei muscoli In definitiva, se la temperatura corporea aumenta di
più di 4°C, l’animale morirà.
Collocare il pollame in un ambiente ben ventilato contribuisce a ridurre l’impatto dello stress da calore. In aggiunta, un sistema di nebulizzazione a nebbia può essere impiegato per raffrescare gli animali.

Sfoglia il catalogo

LOGOPDF

Link

Per informazioni

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Numerotelefono

    Contatti

    Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci.